ogni giorno

ogni_giorno.jpg
Soltanto scendendo nei dettagli la faccenda si fa più complicata e controversa, perché entra in gioco l’incapacità di accettare che gli esseri umani si somigliano per il 98 percento, a prescindere dalla loro religione e dal sesso, dalla razza o dall’estrazione culturale. Certo, le differenze tra maschio e femmina esistono, sono di natura biologica, ma se si guarda alla biologia come a una questione di percentuali, allora le differenze non sono poi così notevoli. La razza rappresenta una differenza solo in termini assoluti, come costrutto sociale, non come diversità genetica ereditaria. E per quanto riguarda la religione, be’… che si creda in Dio, Yahve, Allah o qualcos’altro, qualunque fede cerca all’incirca la stessa cosa. Per chissà quale ragione, però, noi preferiamo concentrarci sul 2 percento che ci differenzia, e la stragrande maggioranza dei conflitti nel mondo avviene per tale ragione.

David Levithan, Ogni giorno