Guardare le stelle (al cinema)
Diario dell’anteprima del film Colpa delle stelle
Martedì 1 luglio, ore 18.00, Palacongressi di Riccione

Noi otto volontarie –Sara, Lucia, Marta, Linda, Maia, Bianca, Ilaria e Giulia- abbiamo avuto la fortuna di essere scelte per l’anteprima cinematografica del secolo: Colpa delle stelle, tratto dal meraviglioso libro di John Green.

Armate di centinaia di fazzoletti (preventivati per le lacrime che sapevamo sarebbero scese abbondanti), dolci vari offerti dalla struttura e soprattutto del nostro coraggio, siamo entrate in sala nell’eleganza della divisa dello staff e nella trepidazione che da tempo accompagnava l’attesa di questo evento. Trionfanti, abbiamo ottenuto la quarta fila.

Siamo rimaste con gli occhi incollati allo schermo per le quasi due ore in cui è durato il film, piangendo ed esaltandoci a seconda delle scene magistralmente girate dal regista Josh Boone.

Gli attori, poi! Shailene Woodley, Ansel Elgort e Nat Wolff (nell’ordine, Hazel, Augustus e Isaac) erano bravissimi nei loro ruoli, esattamente come li immaginavamo, rendendo tutto così simile al libro da rasentare la perfezione. Quando le luci in sala si sono riaccese eravamo distrutte: ci siamo trascinate fuori e sedute sui gradini del Palacongressi, nel tentativo di dare un senso a quello che avevamo visto. Le parole hanno preso il posto delle lacrime, scorrendo inarrestabili, e abbiamo faticato nel mettere in ordine le idee, prima di concordare all’unanimità sul fatto che fosse un film bellissimo, da consigliare a chiunque, come il libro del resto.

Vi lasciamo con una citazione, che ci ricorda un po’ come ci hanno conquistate prima il libro e poi il film: Mi sono innamorata così come ci si addormenta: piano piano, e poi tutto in una volta.

 

 Sara, Lucia, Marta, Linda, Maia, Bianca, Ilaria e Giulia, volontarie Mare di Libri

Leave a Reply