Tahar Ben Jelloun

Tahar Ben Jelloun autore

Biografia
È uno scrittore, poeta e saggista marocchino nato a Fes il 1º dicembre del 1944 da una famiglia benestante di etnia berbera. Si trasferisce a Tangeri, dove frequenta il liceo francese, e poi a Rabat. Qui si iscrive all’università laureandosi in filosofia.
Intorno ai primi anni ’60 Ben Jelloun inizia la sua carriera di scrittore partecipando attivamente alla stesura della rivista Souffles che è diventata uno dei movimenti letterari più importanti del Nord-Africa.
In patria, ha svolto per diversi anni il ruolo di docente di filosofia, ma a causa dell’arabizzazione dell’insegnamento (e non essendo abilitato alla pedagogia in lingua araba), nel 1971 emigra a Parigi, e tre anni dopo consegue un dottorato in psichiatria sociale sulla confusione mentale degli immigrati ospedalizzati. Nel frattempo ha continuato a scrivere, sempre in francese, collaborando col quotidiano Le Monde. Oggi vive a Parigi ed è padre di quattro figli.
Ben Jelloun è noto soprattutto per i suoi scritti sull’immigrazione e il razzismo, ed è divenuto lo scrittore straniero francofono più conosciuto in Francia.

Tahar Ben Jelloun sarà ospite al festival Mare di Libri nell’edizione 2015.

Sito ufficiale Tahar Ben Jelloun

Bibliografia sintetica
Creatura di sabbia, Einaudi
A occhi bassi, Einaudi,
Le pareti della solitudine, Einaudi
Lo specchio delle falene, Einaudi
L’ultimo amore è sempre il primo?, Bompiani
Nadia, Bompiani
Il razzismo spiegato a mia figlia, Bompiani
L’Islam spiegato ai nostri figli, Bompiani
Non capisco il mondo arabo. Dialogo tra due adolescenti, Bompiani
Partire, Bompiani
La rivoluzione dei gelsomini, Bompiani
È questo l’Islam che fa paura, Bompiani

e_questo_lislam_che_fa_pauratahar_ben_jelloun