conto alla rovescia -9 giorni al Festival
Jeremy brandiva con il braccio teso la chitarra che ancora ruggiva l’accordo finale di What’s my name?. Occhi chiusi, capelli lunghi e maglietta madidi di sudore, sembrava aspettare l’ovazione di migliaia di fan venuti ad acclamarlo. La nota si è spenta con un fischio acuto accompagnato dal crepitio del vecchio amplificatore a valvole mentre, sopra di noi, le lamiere del tetto scricchiolavano al sole. Jeremy ha scostato la ciocca di capelli che gli era ricaduta sul viso. “Ci facciamo una Coca?”. Si era talmente sgolato per imitare Joe Strummer, il cantante dei Clash, che aveva la voce rauca.

Xavier-Laurent Petit, Be safe, Rizzoli

be_safe.jpeg