Aidan Chambers

Autore

Biografia

Aidan Chambers è nato nella contea di Durham, in Inghilterra, nel 1934. E’ stato insegnante, prete anglicano, editor, fondatore della casa editrice Thimble Press, creatore della rivista Signal di letteratura per ragazzi. Ora è riconosciuto a livello internazionale come uno tra i più importanti autori inglesi contemporanei.
Ha iniziato a scrivere per il pubblico degli adolescenti nel 1975 pubblicando il suo primo libro Breaktime, da allora numerosissimi i riconoscimenti internazionali per i suoi romanzi fino alla vittoria della prestigiosissima Carnegie Medal del 1999 con il suo capolavoro Cartoline dalla terra di nessuno battendo le scrittrici J.K. Rowling, con Harry Potter, e Jacqueline Wilson. Nel 2002 gli viene assegnato il premio internazionale Hans Christian Andersen, noto nel mondo letterario come “piccolo Premio Nobel” della narrativa per l’infanzia.

Aidan Chambers è stato ospite al festival Mare di Libri nelle edizioni del 2008, 2012, 2014 e del 2017.

BIBLIOGRAFIA SINTETICA

Breaktime, Fabbri Editori, 1994 – Traduzione Giorgia Grilli
Cartoline dalla terra di nessuno (Postcards from no man’s land), Rizzoli, 1999 – Traduzione Alessandra Padoan
Questo è tutto. I racconti del cuscino di Cordelia Kenn (This is all), Fabbri Editori,  – Traduzione Giorgia Grilli
Quando eravamo in tre (The toll bridge), Rizzoli, 2003 – Traduzione Scotto di Santillo M. C.
Ladre di regali (The present takers), Giunti Junior, 2004 – Traduzione Luca Scarlini
Ora che so (Now I know), Fabbri Editore, 2004 – Traduzione
Danza sulla mia tomba (Dance on my Grave), Rizzoli, 1982 – Traduzione Giorgia Grilli
La penna di Anne Frank, Equilibri Editrice, 2011 – Traduzione Giorgia Grilli
The kissing game, Giunti Editore, 2011 – Traduzione Duccio Viani
Muoio dalla voglia di conoscerti (Dying to Know You), Rizzoli, 2012 – Traduzione Beatrice Masini
Ombre sulla sabbia (Shadows on the Sand), Rizzoli, 2016 – Traduzione Beatrice Masini
Il vermo, Rizzoli, 2017 – Traduzione Beatrice Masini
Confessioni del giovane Tidman, 2018 – Traduzione Beatrice Masini