I grandi lettori 2018

Alberto

Nome e cognome: Alberto Zaghini

Data di nascita: 27 maggio 2003

Classe, sezione, scuola:  1°E, Liceo Scientifico “Albert Einstein”, Rimini

Da quando, quanto e quando leggi?
Leggo fin da quando ho iniziato le scuole elementari. Non ho mai contato quanti libri ho letto, fino a quest’estate, quando su consiglio di Aidan Chambers ho iniziato a scrivere un diario dei libri letti, e mi sono reso conto che ne leggo mediamente 3 al mese. Leggo solitamente il pomeriggio o la sera in camera mia, ma approfitto anche dei momenti morti a scuola.

Cinque libri che hai amato tantissimo da quando eri bambino a oggi
Lo Hobbit, J.K.K. Tolkien
L’ultima legione, Valerio Massimo Manfredi
La fattoria degli animali, George Orwell
Player One, Ernest Cline
La saga di Berlin, Fabio Geda e Marco Magnone

Quali sono le tue passioni oltre la lettura?
Un’infinità. Gioco a calcio e a scacchi. Suono il pianoforte. Altre mie passioni sono la matematica e la logica, la scienza in generale (guardo molti documentari d’ogni genere), la programmazione (anche se ancora sono un principiante) e i videogiochi. Sono affascinato dal giornalismo (scrivo per il giornalino scolastico) e dalla scrittura (ho decine di libri fermi al capitolo 1). L’elenco potrebbe continuare, ma sarebbe troppo lungo.

Una tua qualità e un tuo difetto
Come qualità sono molto creativo e mi ronzano in testa miriadi di idee, ma questo è anche un difetto perché sono un chiacchierone terribile!

Un personaggio di un libro con cui vorresti trascorrere 24 ore
Ho molti candidati… Direi il capitano Nemo (Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne), perché è un genio enigmatico (amante dell’arte) che vuole isolarsi dal mondo esterno. La sua figura mi affascina molto e mi somiglia un po’.

Una citazione che ti rappresenta
Don’t Panic” – Douglas Adams, The Hitchhiker’s guide to the galaxy (Guida galattica per autostoppisti)

 

Un mio ritratto

Il mio luogo preferito in cui leggere