I grandi lettori 2020

Andrea

Nome e cognome: Andrea Lazzerini

Data di nascita: 8 agosto 2004

Classe, sezione, scuola: 2A, Liceo scientifico.

Da quando, quanto e quando leggi?
Fin dalle elementari, anche se,  prima che sapessi  realmente leggere sono sempre stato a contatto con i libri, soprattutto grazie a mia madre. Il tempo che dedico alla lettura varia in base ai miei impegni e soprattutto alla scuola; cerco sempre di leggere almeno un’ora al giorno  e rigorosamente la sera prima di dormire.

Cinque libri che hai amato tantissimo da quando eri bambina a oggi
I libri di Geronimo Stilton, sono stati i primi  libri che da bambino mi hanno avvicinato alla lettura
La fabbrica di cioccolato, di Roald Dahl
The Stone. La settima pietra, di Guido Sgardoli
Cercando Alaska, di John Green
Harry Potter e la pietra filosofale, di J.K. Rowling

Quali sono le tue passioni oltre la lettura?
Oltre alla lettura sono un appassionato di magia, con le carte e no; da qualche anno questa mia passione mi accompagna nei momenti di noia. Da parecchio tempo inoltre possiedo una collezione gadget  di Harry Potter e una di mazzi di carte. Inoltre sono un appassionato di cinema; i miei registi preferiti sono  Tarantino, Kubrik  e Ridley Scott.

Una tua qualità e un tuo difetto
La mia qualità è, al tempo stesso, il  mio difetto ovvero quello di essere, alle volte eccessivamente, quadrato e razionale; per molti versi è utile, mi aiuta a rimanere concentrato in momenti non semplici e a ragionare in modo lucido  ma,  quando lo sono eccessivamente, rischio di essere troppo rigido verso di me e verso gli altri.

Un personaggio di un libro con cui vorresti trascorrere 24 ore
Certamente Harry Potter; non solo perchè si tratta di un personaggio che mi ha accompagnato nella mia crescita fin da bambino e al quale sono molto affezionato ma anche per poter visitare il suo mondo fantastico.  Non so che darei per poter entrare con lui nel dormitorio Grifondoro (anche se sono Serpeverde) o assistere a una partita di Quidditch ma, se ciò non fosse possibile, mi accontenterei anche di passare una notte nel  suo sottoscala.

Una citazione che ti rappresenta
“Una cosa che non capisco è che i frequentatori di cinema medi americani non riescono a guardare un film per tre ore, e tuttavia guardano uno stupido, noioso, orribile gioco di football per quattro ore. Ora, quella è noia al livello più colossale” – Quentin Tarantino

 

Un mio ritratto

Il mio luogo preferito in cui leggere