I grandi lettori 2019

Andrea

Nome e cognome: Andrea Russo

Data di nascita: 3 gennaio 2004

Classe, sezione, scuola: 2°E, Liceo classico “Giulio Cesare”

Da quando, quanto e quando leggi?
Ho iniziato a leggere da quando ero piccolo, poiché mia mamma è una grande lettrice. Solitamente leggo la sera e d’estate tutto il giorno, ma tutto è legato a quanto mi piace la storia. Continuo a leggere fino a quando non mi si chiudono le palpabre per la stanchezza.

Cinque libri che hai amato tantissimo da quando eri bambino a oggi
Lo Hobbit, J.R.R. Tolkien
Berlin 4: i lupi di Brandeburgo, Fabio Geda e Marco Magnone
Buio, Patrick Bard
Il bambino in cima alla montagna, John Boyne
Il vento nei salici, Kenneth Grahame

Quali sono le tue passioni oltre la lettura?
Oltre a leggere libri sono anche un appassionato di fumetti Marvel e dei grandi manga giapponesi. Amo lo sport; infatti pratico tennis e seguo il calcio e il basket. Mi piace scrivere un diario per poter impremere a penna momenti della mia vita. Mi cimento a creare anche nuove storie.

Una tua qualità e un tuo difetto
Sono simpatico e riflessivo, ma anche abbastanza timido e polemico.

Un personaggio di un libro con cui vorresti trascorrere 24 ore
Penso a Jakob della saga di Berlin o a Gandalf de Il signore degli anelli, ma ora come ora, scelgo Harry Potter: le sue magie mi hanno appassionato dalla prima volta che l’ho visto in tv, e continua a farlo anche sui libri, lì dov’è nata la storia.

Una citazione che ti rappresenta
“Coloro che sognano anche di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte” Edgar Allan Poe

 

Un mio ritratto

Il mio luogo preferito in cui leggere