Emma Dall’Oca

I grandi lettori 2020

Emma

Nome e cognome: Emma Dall’Oca

Data di nascita: 31 gennaio 2005

Classe, sezione, scuola: 2B, Liceo Classico Virgilio, Mantova (MN)

Da quando, quanto e quando leggi?
Leggo molto spesso da quando avevo 5 anni.

Cinque libri che hai amato tantissimo da quando eri bambina a oggi
Moby Dick, di Herman Melville
Notre-Dame de Paris, di Victor Hugo
Le città invisibili, di Italo Calvino
Schiavo d’amore, di William Somerset Maugham
Il sosia, di Fedör Dostoevskij

Quali sono le tue passioni oltre la lettura?
Oltre alla lettura, amo la musica; dato che permette di esprimere emozioni mai pronunciate, ma fondamentali. Credo profondamente nel suo potere di unione e condivido la sua definizione come “linguaggio universale”. Suono il flauto traverso da quattro anni e lo ritengo uno strumento più conforme alla mia personalità.

Una tua qualità e un tuo difetto
Ritengo una qualità la mia abilità di trasformare le situazioni negative in possibilità fondamentali per apprendere nuove cose e ottenere risposte a domande interiori mai prese in considerazione. Talvolta, però, trovo negativo il mio eccessivo rigore, che mi porta a pretendere troppo da me.

Un personaggio di un libro con cui vorresti trascorrere 24 ore
Provo una profonda ammirazione per Anna Karenina, eroina di Tolstoj, dato che ammiro il suo profondo coraggio di amare. Vorrei trascorrere una giornata con lei per permettere di conoscere la sua purezza e apprendere la sua tenacia.

Una citazione che ti rappresenta
Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ucciderà anche noi, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà nuovamente al bene, che questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace, la serenità.” – Anne Frank

 

Un mio ritratto

Il mio luogo preferito in cui leggere