Joseph Joffo

Autore

Biografia

Joseph Joffo è nato a Parigi nel 1931. Figlio e fratello di parrucchieri, Joseph trascorre la sua infanzia nel XVIII arrondissement di Parigi, un quartiere popolare nel quale egli, insieme ai fratelli, passa il tempo dedicandosi a giochi e monellerie piuttosto che allo studio.
Allo scoppio della seconda guerra mondiale e a seguito dell’occupazione tedesca, i membri della famiglia Joffo decidono di disperdersi per sfuggire alla cattura e alla deportazione. Joseph, insieme al fratello Maurice, si dirige verso il Sud della Francia, allora occupato dagli italiani. Il viaggio è pieno di avventure e di pericoli superati con fantasia e coraggio. Dopo la guerra, la famiglia Joffo si ricompone: ad eccezione del padre, catturato e ucciso in un campo di sterminio, tutti sono riusciti a salvarsi.
Per molti anni Joseph si dedica all’attività di parrucchiere ma ad un certo punto, complice un incidente sportivo che lo immobilizza per alcune settimane, decide di mettere per iscritto i ricordi che lo tormentano. Nasce così nel 1973 il suo primo, e più noto, romanzo Un sacchetto di biglie, tradotto il diciotto lingue. Scrive in seguito altri romanzi di memorie, come Anna e la sua orchestra, in cui racconta la gioventù di sua madre, Le vetrine illuminate e La jeune fille au pair, che racconta l’arrivo di una ragazza alla pari tedesca, subito dopo la guerra, in una famiglia ebraica.
Joseph è morto nel 2018 a Saint-Laurent-du-Var, in Francia.

BIBLIOGRAFIA SINTETICA

Un sacchetto di biglie (Un Sac de billes), BUR Ragazzi – Traduzione M. Valente
Anna e la sua orchestra (Anna et son orchestre), Sansoni – Traduzione M. Valente
Le vetrine illuminate (Baby-foot), BUR – Traduzione M. Valente