I grandi lettori 2021

Maddalena

Nome e cognome: Maddalena Giomarelli

Data di nascita: 28 aprile 2005

Classe, sezione, scuola: 2A, Liceo Classico Poliziano di Montepulciano.

Da quando, quanto e quando leggi?
Sono sempre stata affascinata dal mondo della lettura e già prima di iniziare la scuola elementare mi cimentavo a leggere qualsiasi cosa mi trovassi davanti agli occhi, dalle etichette delle bottiglie d’acqua ai cartelli stradali. I primi libri che ho letto sono stati quelli di Geronimo Stilton, ma la mia vera passione è iniziata quando in quarta elementare mi sono trovata tra le mani Harry Potter, di cui sono tuttora una grande fan. Da quel momento in poi ho scoperto le saghe fantasy, finché alle medie ho iniziato a leggere anche romanzi distopici, di formazione e classici. Durante il primo anno del liceo a causa del troppo studio e dello stress non riuscivo mai a trovare del tempo per me, ma per fortuna con l’inizio dell’estate ho potuto riprendere la mia passione e ho iniziato a leggere anche più di prima;  grazie ad una migliore organizzazione dello studio adesso faccio sempre in modo di ritagliarmi del tempo per leggere, spesso quando sono sull’autobus che mi porta a scuola o la sera prima di addormentarmi. 

Cinque libri che hai amato tantissimo da quando eri bambina a oggi
Harry Potter e il calice di fuoco, di J.K. Rowling
Raccontami di un giorno perfetto, di Jennifer Niven
Chiamami col tuo nome, di André Aciman
Divergent, di Veronica Roth
Piccole Donne, di Louisa May Alcott

Quali sono le tue passioni oltre la lettura?
Diciamo che oltre alla lettura non ho una vera e propria passione. Però ho sempre sentito la necessità di esprimere ciò che provo e il modo perfetto per farlo è attraverso la creatività: disegnare e scrivere  aiutano a rilassarmi e ad estraniarmi dalla realtà quando diventa opprimente  e allo stesso modo amo rifugiarmi nei testi dei miei cantanti preferiti. Anche solcare il mare in barca a vela mi aiuta a distrarmi e riordinare i pensieri.

Una tua qualità e un tuo difetto
Una mia qualità è la determinazione, che mi porta ad impegnarmi sempre e a raggiungere gli obbiettivi che mi pongo. Un mio difetto su cui cerco di lavorare da un po’ è che tendo ad essere egoista. 

Un personaggio di un libro con cui vorresti trascorrere 24 ore
Per quanto si tratti di una scelta difficile, se dovessi decidere con chi trascorrere una giornata, penso che sarebbe con Jo March di em>Piccole Donne. In nessuno dei libri che ho letto fino ad ora, infatti, sono mai riuscita a trovare un personaggio in cui mi rispecchi totalmente come in Jo. Mi rivedo nella sua determinazione, nell’ambizione e nella testardaggine, nel bisogno di esplorare il mondo e di sentirsi liberi, nelle emozioni forti e irruente con cui spesso si finisce per ferire gli altri, ma anche nella costante insoddisfazione e voglia di migliorarsi sempre.

Una citazione che ti rappresenta
“L’ambizione di Jo era di fare un qualcosa di veramente splendido; che cosa ciò fosse non ne aveva ancora la minima idea, ma per il momento aspettava che il tempo glielo dicesse; e ora si sentiva tremendamente afflitta per il fatto che non le riusciva di leggere, correre o scorrazzare come le pareva meglio, Il suo caratteraccio sempre pronto a scattare, la lingua tagliente e quel suo spirito senza pace la mettevano sempre nei guai, e la sua vita era tutta una serie di alti e bassi che assumevano aspetti comici e patetici nello stesso tempo.” Piccole Donne, di Loiusa May Alcott

 

Un mio ritratto

Il mio luogo preferito in cui leggere