Michael Ende

Autore

Biografia

Michael Andreas Helmuth Ende nasce il 12 novembre 1929 in Germania.
Il padre Edgar Ende, aveva un’attività artistica inizialmente ben avviata, che però incontrò nel corso degli anni trenta diverse difficoltà, a causa dell’imporsi del regime nazista. Gli anni precedenti la guerra furono per Michael anni di crescita e studio, funestati nel 1937 dalla morte di un suo intimo amico, Willie: sulla sua immagine lo scrittore modellò, in seguito, l’aspetto di Bastiano, il protagonista de La storia infinita.
Nel 1945 Michael venne forzatamente arruolato per l’estrema difesa della Germania nazista, ormai prossima alla disfatta totale, ma dopo aver assistito alla morte di tre suoi compagni gettò a terra il fucile e scappò, percorrendo a piedi, lungo tutta la notte, ottanta chilometri. Entrò quindi in un’organizzazione antinazista (Fronte per la Baviera Libera) sino al termine della guerra.
Gli anni seguenti la guerra furono segnati per Michael dall’incontro con il teatro. Scrisse opere teatrali e recitò in ruoli secondari, senza tuttavia ottenere grande riscontro.
In questi anni Michael ottenne un lavoro presso una compagnia radiofonica e, sotto consiglio di un amico, scrisse nel 1958 il suo primo libro, Le avventure di Jim Bottone, con il quale ottenne grande successo e la stabilità economica.
Cominciò a lavorare al romanzo Momo, che completò nel 1972.
Nel 1979 completò e pubblicò La storia infinita. L’enorme successo del libro e la gran quantità di premi ricevuti portarono a Michael grande notorietà, la quale, tuttavia, risultò troppo pesante per l’autore, che ne risentì fisicamente e mentalmente.
Nel 1982 firmò il contratto per la versione cinematografica de La storia infinita. Apprese però solo in seguito delle enormi modifiche che produzione e regista volevano apportare alla storia, quando ormai era troppo tardi per opporsi. «Auguro la peste ai produttori. Mi hanno ingannato: quello che mi hanno fatto è una sozzura a livello umano, un tradimento a quello artistico» commentò dopo la prima. Il film venne proiettato nei cinema nel 1984, nonostante i tentativi dello scrittore per bloccarlo. Intentò una causa alla produzione perché fosse eliminato il suo nome dai titoli di testa, causa che, nel 1985, perse.
Michael Ende morì il 28 agosto 1995, all’età di 65 anni.

BIBLIOGRAFIA SINTETICA

Le avventure di Jim Bottone, Salani
Momo, Longanesi
A scuola di magia e altre storie, Salani
La storia infinita, Salani