I grandi lettori 2020

Pietro

Nome e cognome: Pietro Rodriguez

Data di nascita: 16 marzo 2005

Classe, sezione, scuola: 1B, Liceo classico Giulio Cesare, Rimini (RN)

Da quando, quanto e quando leggi?
Avendo dei genitori immersi nel mondo dei libri (sia come passione sia come ambito lavorativo) sono sempre stato avvolto da questo universo. Diventando sempre più grande, ho scoperto ed esplorato questo mondo. A causa della mia lentezza nello studio, non sono mai riuscito a leggere molto durante il giorno e così di solito leggo un po’ la sera. Col tempo però ho sviluppato un’incredibile velocità che mi permette di leggere molti libri come se mi ci dedicassi molte ore al giorno.

Cinque libri che hai amato tantissimo da quando eri bambina a oggi
iBoy, di Kevin Brooks
L’estate del coniglio nero, di Kevin Brooks
Gli ottimisti muoiono prima, di Susin Nielsen
Il figlio del cimitero, di Neil Gaiman
Dragon boy, di Guido Sgardoli

Quali sono le tue passioni oltre la lettura?
Mi piace moltissimo disegnare e giocare ai videogiochi. In questo periodo ho riscoperto molto la musica e devo dire che passo la maggior parte della mia giornata con le cuffie ad ascoltare i Green Day

Una tua qualità e un tuo difetto
Sono abbastanza altruista (così dicono…) però tendo molto spesso a perdere la pazienza.

Un personaggio di un libro con cui vorresti trascorrere 24 ore
Forse Lucas, di “Lucas” di Kevin Brooks.

Una citazione che ti rappresenta
“Il destino non è un’ombra legata al piede, ma è solo un chewingum sotto la scarpa che se uno vuole, se lo stacca”

Un mio ritratto

Il mio luogo preferito in cui leggere