Takoua Ben Mohamed

Fumettista e graphic-journalist

Biografia

Takoua Ben Mohamed, classe 1991, è fumettista, illustratrice, graphic-journalist e video-maker producer.

La periferia della sua città, Roma, ha fortemente influenzato la sua espressione artistica con il suo ambiente multietnico. Nei suoi capolavori possiamo trovare frasi in inglese e francese, dialetto romano e arabo tunisino, oltre ai riferimenti a diverse culture pop globali.

È da sempre impegnata nel sociale come volontaria e con il suo lavoro. Da una parte infatti parla di donne musulmane, rifugiati, razzismo, xenofobia e i diritti umani nelle sue opere, dall’altra collabora con ONG e riviste e ha aderito al Movimento Italiani senza Cittadinanza per la riforma di una nuova legge sulla cittadinanza che tenga conto dei diritti delle seconde generazioni di ragazze e ragazzi nati e cresciuti in Italia da genitori stranieri.

Attraverso il giornalismo a fumetti vuole raccontare realtà sconosciute a molti, come vivere sotto dittatura o razzismo nei confronti degli stranieri, con l’obiettivo di dare un’alternativa in controtendenza alla narrativa spesso superficiale e stereotipata dei mass-media. 

Nel 2014 ha partecipato a Tedx Matera raccontando la sua storia, cosa significa per lei portare il velo, quali sono le sfide dei giovani immigrati di seconda generazione in Italia e la scelta di usare il fumetto per esprimere se stessa. Nel 2019 torna a Tedx ma a Ferrara. 

Ha vinto numerosi premi a livello nazionale e europeo.

Takoua Ben Mohamed sarà ospite al festival Mare di Libri nell’edizione del 2021.

BIBLIOGRAFIA SINTETICA

Sotto il velo, Becco Giallo
La rivoluzione dei gelsomini, Becco Giallo
Il mio migliore amico è fascista, Rizzoli
Un’altra via per la Cambogia, Becco Giallo