Il colpo di fulmine della volontaria

Funeral party

Guido Sgardoli, Funeral party, Piemme
Età di lettura consigliata: dagli 11 anni

Questa è la storia di Sfortunato Forte, morto il 1° Gennaio 2000, il giorno del suo 100esimo compleanno, dopo aver vissuto una vita piena di avventure e di esperienze particolari. Finita la funzione religiosa, gli amici si riuniscono per dare vita ad un vero e proprio “funeral party”: aspettando il notaio Odescalchi per la lettura del testamento, ricostruiranno pian piano tutta la vita del protagonista, passando per le Guerre Mondiali, per l’Etiopia, per gli Stati Uniti, per l’India e per tutta Italia. Sin dal primo capitolo il libro si rivela caratterizzato da colpi di scena, il racconto mi ha tenuto incollata alle pagine e mi ha reso curiosa di scoprire tutto sulla storia di Sfortunato Forte. Aprendo il libro scoprirete che i capitoli sono numerati al contrario: all’inizio la cosa mi è sembrata molto strana, ma andando avanti ho capito il ragionamento che l’autore ha fatto e ho trovato questa idea molto interessante e intrigante. In ogni capitolo infatti vengono raccontate delle vicende dal punto di vista del personaggio prevalente e si possono ricavare tutti gli stati d’animo che si sono provati in quel momento, grazie soprattutto alla ricchezza e alla minuziosità delle descrizioni.

Giulia, 14 anni