DAUTREMER E VICEVERSA

Anche i grandi guardano le figure

rebecca_allopera

Abbiamo già tutti da tempo imparato a non derubricare più le illustrazioni come “cose da bambini”: Rébecca Dautremer poi, già dopo un primo sguardo ai suoi lavori, ci spinge ad allontanarci da questo approccio, troppo limitante per una produzione così ampia ed eclettica, che tocca sì la letteratura per l’infanzia ma si sposta anche oltre, nel teatro, nella pubblicità, nella grafica…
La riconoscibilità dei suoi tratti e dei suoi colori rimane evidente in ognuna delle vesti nelle quali vengono declinati, a testimoniarne la qualità e la capacità che la Dautremer ha sia di essere originale anche là dove molti altri illustratori hanno già detto la loro, come nelle fiabe classiche, sia là dove dare un volto alle parole può essere una sfida particolarmente difficile, come in Una bibbia.

Dautremer (e viceversa), edito da Rizzoli, è un vero e proprio libro d’artista, nel quale l’illustratrice francese mostra finalmente il suo lavoro a trecentosessanta gradi, tramite le opere che già conosciamo, ma anche nei work in progress che hanno portato alla loro realizzazione, e gli altri lavori che esulano dall’editoria.
Questo volume dalla doppia anima (così come due sono le copertine, e le direzioni seguendo le quali lo si può sfogliare) è una finestra spalancata sul laboratorio di Rébecca Dautremer, ricco di sketch, di dietro le quinte, di prove e di risultati, di disegni noti ed inediti; è un regalo che la Dautremer fa a chi ama la sua arte, aprendoci la porta del suo studio.
Per chi già la conosce, ma anche per chi ama l’illustrazione come arte ed è curioso di sapere come lavora una delle più importanti illustratrici in circolazione, Dautremer (e viceversa) è, letteralmente, un bel modo per cambiare prospettiva nel “guardare le figure”.

rebecca_e_viceversa