miglior_volontario_adulto

FESTA FINALE 2013

Ecco il testo del tradizionale discorso del presidente del festival, Alice Bigli, per la serata di festa e premiazione dei migliori volontari dell’anno.
[space height=”10″]
Un altro anno è passato e ci troviamo di nuovo su questa spiaggia a festeggiare un’altra edizione di Mare di Libri. Lo facciamo, quest’anno, con uno spirito molto più leggero rispetto allo scorso anno, qualdo c’erano, sul futuro del festival, grandi incertezze.
Quella appena passata è stata senz’altro la migliore edizione di Mare di Libri e personalmente non intendo questo solo per la qualità degli eventi e le presenze, ma sopratutto perché abbiamo lavorato con lo staff migliore di tutti questi sei anni.
Il gruppo dei soci adulti ha trovato nuova forza ed equilibrio e anche lo staff dei volontari è stato il più numeroso e il migliore che avessimo mai avuto.
Proprio per questo, quest’anno, è stato molto più difficile scegliere chi premiare, spesso è stato necessario stabilire un criterio specifico per scegliere tra molti volontari meritevoli.
Pur con queste difficoltà e sottolineando questo riconoscimento di valore diffuso a tutto lo staff, abbiamo comunque individuato dei nomi a cui conferire i premi, sia per rispettare questa tradizione divertente che ci accompagna fin dal primo anno, sia per indicare, a volte in modo simbolico, qualità diverse che rendono eccellente il lavoro di alcuni volontari e che possono essere un esempio e uno stimolo per tutti.
[space height=”5″]
Partiamo dal MIGLIOR VOLONTARIO ADULTO dell’anno.
Per l’aiuto concreto che ha consentito di realizzare eventi e progetti altrimenti impossibili, ma soprattutto per lo straordinario entusiasmo, degno di una ragazzina, con il quale questo aiuto è arrivato, premiamo SAMUELA PALTRINIERI.
[space height=”5″]

miglior_volontario_adulto

Ritira il premio il figlio Filippo (Samuela non era presente alla festa ma la sua è un’intera famiglia di volontari!

[space height=”5″]
Dai volontari più “vecchi” passiamo ai più giovani.

Molti dei giovanissimi volontari della redazione ragazzi hanno ricevuto grandi elogi e sono stati definiti degni di un premio dalle loro responsabili, tuttavia, per il perfetto equilibrio di entusiasmo, allegria ma anche dedizione e precisione e soprattutto per l’eccellente lavoro svolto senza mai desiderare mettersi in mostra, premiamo come MIGLIOR VOLONTARIO DI REDAZIONE RAGAZZI: CECILIA GALLI.
[space height=”5″]

miglior_volontario_redazione.JPG
[space height=”5″]E ora le diverse categorie di premi per le magliette bianche.

Iniziamo dai volontari addetti agli autori.

Tante e diverse sono le caratteristiche che fanno di un volontario un ottimo volontario.
In passato e anche quest’anno per altre categorie abbiamo premiato spesso l’entusiasmo, la freschezza, lo slancio dei volontari più giovani o meno esperti capaci comunque di raggiungere grandi obiettivi.
Per la squadra autori, quest’anno, scegliamo invece di premiare la serietà, la precisione, la professionalità, l’affidabilità assoluta e, perché no, una certa regalità con cui affrontare il lavoro. Premiamo dunque come MIGLIOR VOLONTARIO AUTORI: EMMA IANNI.
[space height=”5″]

miglior_volontario_autore.JPG

[space height=”5″]Per la SQUADRA SPECIALE dove l’allegria e l’esuberanza hanno regnato sovrane fin dalla formazione di questa nuova squadra istituita per la prima volta per questa edizione, premiamo chi sembra aver trovato finalmente la sua perfetta collocazione, offrendo ai compiti decisamente particolari assegnati a questo gruppo di volontari, il proprio perfetto equilibrio di solarità e serenità, condite con tanta preziosissima voglia di fare che non conosce paura della fatica. Premiamo dunque come  MIGLIOR VOLONTARIO DI SQUADRA SPECIALE: SARA MONTI.

miglior_volontario_squadra_speciale.JPG

[space height=”5″]Come MIGLIOR VOLONTARIO DI PUNTO INFORMAZIONI dove la precisione deve essere di casa, per aver superato anche il severissimo test del responsabile Federico Borrillo, per aver saputo trovare anche la calma e l’affabilità che temevamo gli fossero meno congeniali premiamo: LORENZO VANUCCI.

miglio_volontario_punto_info.JPG

[space height=”5″]Il gruppo dei volontari adetti alla libreria del festival ha svolto complessivamente un lavoro di qualità migliorando molto nel servizio offerto quest’anno. Come MIGLIOR VOLONTARIO DI LIBRERIA soprattutto per il percorso di maturazione e di crescente responsabilità, impegno e cura nel lavoro svolto all’interno del festival scegliamo di premiare IRENE DIACO.

[space height=”5″](Irene non era presente perché in partenza per le vacanze ed è stata premiata in collegamento telefonico! Presto una sua foto con il premio!)[space height=”5″]

Passiamo ora ai volontari di logistica, il gruppo più numeroso all’interno del quale è stato particolarmente difficile scegliere perché il gruppo ha svolto nel complesso un buon lavoro e tutte le squadre sono state decisamente più equilibrate che in passato nella competenza con cui hanno svolto i loro compiti.
Ecco dunque i criteri che ci hanno guidato nella scelta: per essere un buon volontario di logistica l’impegno e l’attenzione possono sostituire degnamente anche l’esperienza, e un vero volontario si vede non solo nei giorni del festival ma anche nell’efficienza e nell’infaticabilità al momento di allestire e disallestire i luoghi del festival: per questo come MIGLIOR VOLONTARIO DI LOGISTICA premiamo MANUEL MAZZOTTI.

miglior_volontario_logistica.JPG
[space height=”5″]Premiamo ora la MIGLIOR SQUADRA, categoria che ci sta molto a cuore dopo aver tanto lavorato nella formazione sulle relazioni in momenti di stress, sul gruppo di lavoro, sul privilegiare gli obiettivi comuni vogliamo premiare una squadra che nei tre giorni del festival ci pare aver attraversato come in un manuale tutto questo percorso: i momenti di ansia, la tensione, a volte la fatica di stare insieme, per poi riuscire però a calmare i conflitti, privilegiare l’obiettivo e raggiungerlo.

Insomma, al grido di “i conti tornano” premiamo come migliore la SQUADRA C, terza squadra di logistica, guidata da VITTORIO CICCHETTI e composta da ANGELICA GOBBI, FEDERICO CARLINI, REBECCA ROMANI, SARA VORABBI.

miglior_squadra.JPG

[space height=”5″]Ora prima di passare ai premi conclusivi, per miglior caposquadra, miglio nuovo volontario e volontario dell’anno vogliamo fermarci a dare un altro premio che è ormai diventato tradizione di queste premiazioni ovvero il premio “spirito del festival”.
Si tratta di un riconoscimento che premia quei volontari nei quali ci pare di vedere, oltre che buoni volontari, gli utenti ideali del festival, gli entusiasti, quelli che raccolgono lo spirito di questo evento, i volontari che spesso lo arricchiscono con iniziative parallele spesso da loro stessi inventate o proposte che lo rendono ancora più bello o più conosciuto.

Premiamo dunque con il PREMIO SPECIALE  SPIRITO DEL FESTIVAL:
– per la regia della miglior caccia al tesoro letteraria mai realizzata NICOLO’ GALVANI
– per l’ideazione degli entusiasmanti “Hunger games” SOFIA MAZZANTI
– per le fantastiche incursioni letterarie e l’esaltante esperienza del flash mob che hanno “annunciato” al territorio l’arrivo imminente del festival ALICE CASADEI
– perché lo spirito del festival è anche incarnato dal saper sorridere anche quando sarebbe legittimo prendersela anche un po’ SOPHIE BERTOCCHI
– per gli inesauribili sorrisi, le dichiarazioni entusiaste, perché poteva essere la pubblicità della gioia di partecipare ELENA BOT
– perché lo spirito del festival  può trasformare i volontari e far nascere una partecipazione entusiasta ed esuberante anche dove sembrava esserci terreno solo per una grande timidezza BIANCA CASADEI
– perché, in un ruolo diverso da tutti, dopo lunghissimi anni di presenza, riesce a non perdere mai l’entusiasmo della prima volta MARTA ANTONINI
– infine, ma non per ultima, per le spettacolari trovate creative, ogni anno più straordinarie, che ci lasciano ormai senza fiato GIULIA ALTAMURA

spirito_del_festival.JPG
[space height=”5″]E ora, concludiamo con gli ultimi premi per le categorie “tradizionali” mancanti.

Ripartiamo dal MIGLIOR CAPITANO DI SQUADRA premio che richiede caratteristiche molto specifiche e precise, e che quest’anno è stato forse il più facile da assegnare. Un grande capitano, infatti si distingue proprio per la sua capacità di coordinare, guidare, condurre, per la fermezza, per l’autorevolezza, per la capacità di portare una squadra verso l’obiettivo non solo del fare, ma del fare bene. Come abbiamo detto, quest’anno, le qualità di capitano si sono rivelate da subito con grande evidenza e credo ben pochi saranno sorpresi nel veder assegnato questo titolo a IMAN OUNANE.

miglior_caposquadra.JPG

[space height=”5″]Esiste da anni una categoria per il MIGLIOR VOLONTARIO NUOVA PROPOSTA, categoria nata per premiare chi sin dal suo primo anno nello staff è in grado di distinguersi, categoria che presuppone tuttavia che sia più facile essere premiati per i vecchi volontari. Quest’anno i nuovi volontari erano così tanti e così bravi che hanno vinto premi per molte categorie, ci chiedevamo dunque se avesse ancora senso questa. Le abbiamo dato tuttavia un nuovo significato: premiamo oggi chi è stato presente anche nella fase di preparazione del festival, nella quale resta più facile e comune vedere soprattutto coinvolto lo staff degli anni precedenti, e chi si è sentito preparato sul festival quanto un volontario esperto anche prima di averne vissuto uno. Premiamo dunque LORENZO ROSSI.

miglior_nuova_proposta.jpg

[space height=”5″]Infine premiamo il volontario dell’anno. Quest’anno è stato più difficile scegliere, ma per questo anche più entusiasmante. Dopo anni in cui alcuni volontari puntavano dichiaratamente a questo obiettivo fin dalla primavera, dove il premio sembrava assegnato con certezza in anticipo, ci siamo trovati ad avere moltissimi volontari degni. Molti dei premiati per altre categorie avrebbero infatti potuto essere il volontario dell’anno scegliendo altri criteri. Quest’anno, dopo l’esuberante competitività dei migliori volontari degli ultimi anni, abbiamo scelto di premiare un esempio diverso di come si può essere ottimi volontari: con l’attenzione, la presenza costante già nei lunghi mesi di preparazione che precedono l’evento, la capacità di essere seri e affidabili per quanto giovani, la collaborazione costante, specie sulla comunicazione interna allo staff, affiancata da qualche slancio di creatività nella comunicazione del festival agli utenti.

Insomma, premiamo chi senza la pretesa di farsi notare si nota, semplicemente, perché ogni compito assegnato lo fa esattamente come va fatto, quando va fatto, con la cura con cui va fatto.

Per questo per noi il MIGLIOR VOLONTARIO 2013 è VIOLA MAGNANI.

migior_volontario_2013.JPG

[space height=”5″]Concluse le premiazioni restano doverosi i ringraziamenti a tutto lo staff, a tutti i ragazzi in maglietta blu e bianca, ma anche a tutti gli adulti che hanno offerto la loro preziosa collaborazione: dai VOLONTARI DEL SERVIZIO MENSA e in particolare Francesca e Viola che le hanno coordinate, volontari che rendono di anno in anno più facile e piacevole il lavoro di tutti gli altri, ai VOLONTARI AUTISTI, ai TECNICI (ringraziamo in particolare Massimo, che ne è il responsabile), ai FOTOGRAFI. Gli ex volontari che hanno scelto di continuare ad aiutare anche dopo gli anni ufficiali in maglietta bianca come Yari Napolitano.
Naturalmente devo ringraziare anche tutto lo staff dei soci con i quali condivido il lavoro di tutto l’anno: Valeria, Federico, Daniele e Luca, Anna e Alice, con le quali lavoro ormai in un team perfetto, ma soprattutto le due socie che con i nuovi compiti che abbiamo loro conferito quest’anno hanno fatto la differenza rispetto agli anni scorsi ovvero Teodora, responsabile multimedia, e Diletta, nuovo ufficio stampa.

Grazie ancora a tutti, davvero, per questa straordinaria edizione e per la magia di questo piccolo grande festival, possibile solo grazie al generoso impegno dei suoi volontari, che rinnova ogni anno la sua magia e anzi la vede crescere.